> home  
  > programma  
  > comitato di redazione  
  > archivio  
  > links  
  > contattaci  

 

>> credits
> italiano > english > deutsch
 
 
 
 
   

 
 
 
 
 

home / archivio / ISform 63°N

 

    ARCHIVIO /
ISform 63°N
   
 

 

ISform 63°N
di Romana Kacic


Le forme di ghiaccio nella regione Norrland al parallelo 63°N.
La mostra ISform 63°N come risultato dello studio delle forme e
dell’espressività del ghiaccio. La fonte di luce solare, bassissima
sull’orizzonte, lo illumina per pochi istanti al giorno. I fattori
meteorologici definiscono la sua tipologia. Il ghiaccio dello
stesso luogo cambia di continuo.

sabato 01–12–2007

ore 18:30

Sfruttando sia il raffreddamento che la pressione possono esistere ulteriori tipi di ghiaccio, ognuno creato in base al diagramma di fase del ghiaccio. Questi sono II, III, V, VI, VII, VIII, IX, e X. Con attenzione tutti questi tipi possono essere riportati a temperatura ambiente. I vari tipi differiscono per la loro struttura cristallina, ordinamento e densità. Ci sono due fasi metastabili del ghiaccio: la IV e la XII. Il ghiaccio XII venne scoperto nel 1996. Nel 2006 sono state scoperte le fasi XIII e XIV. Così come in forme cristalline l’acqua può esistere in stati amorfi: acqua solida amorfa, ghiaccio amorfo a bassa densità, ghiaccio amorfo ad alta densità, ghiaccio amorfo ad altissima densità e acqua vetrosa sottoraffreddata.


Nel maggio 2007 attorno alla nana rossa GJ 436 è stato individuato un pianeta extrasolare formato d’acqua. Sotto la superficie gassosa di questo pianeta si presume che dovrebbe esistere del ghiaccio in forma solida in configurazioni come la VIII o la X che sulla Terra sono riproducibili solo in laboratorio.


da Wikipedia, l’enciclopedia libera

 

 

 
++ faltwerksalon 20x30_salone gemma ++ via s. francesco d'assisi 52a ++ 34133 trieste, italy
email lab@faltwerksalon.it